L’installazione di Roman Ondák al Temporary Stedelijk di Amsterdam è davvero curiosa. Lungo le quattro pareti della sala ogni visitatore può tracciare la propria altezza e scrivere il proprio nome. Giorno dopo giorno si è formata una fascia di nomi sovrapposti. L’effetto è davvero notevole.